Lettere al direttore

In risposta alla vostra del…

Teresa Volpato di Mestre

È Stato disposto l’aggiornamento, come da tuo “faccio presente…” Ciao.

Vittoria Anoardi di Vicenza

No. La tua ipotesi di lavoro è ‘interessante; purtroppo la mia parte conservatrice mi impedisce di vederla come possibile. Non volermene. Ciao.

Dott. Ottaviano Costa di Vicenza

Penso che abbia bisogno di far riposare un poco il cervello. Siediti un momento e non pensare a cose che con la vita di rutti i giorni proprio c’entrano come i cavoli merenda.
I mulini a vento non ci sono più nemmeno in Olanda. Sulle cartoline però… sì. Guarda la data di stampa.. 1968.
Nelle prossime metteranno solo i tulipani. Ciao.

Lorenzo Manfredini Di Ferrara

Perché un’organizzazione funzioni sono necessari dei “moduli” che vanno rispettati. Altrimenti si resta solo… liberi di andare a fascio.
Per favore non rifare errori che noi abbiamo già fatto almeno 6 volte.
Nessun compromesso o concessione particolare. è così… oppure… liberi di fare quello che vogliono. Ci siamo capiti? Ciao.

Raffaella Gavazzi di Bergamo

Grazie! Sei riuscita a farmi commuovere..e non sto scherzando.
Ma non farlo più. Salutami tuo marito. Ciao.

Ginetta Bertoso di Vicenza

Grazie per le cortesi parole. Riguardo a “quello che potrei fare ancora per te”, non ti aiuterei di certo se ti impedissi di aiutarti da sola. Quello che li serve l’hai già.
Forse ti manca un poco di pazienza e un po’ di “sapersi anche accontentare”.
Sarebbe anche veramente opportuno se ogni tanto ci si ricordasse di come si stava “prima”… del corso di Dinamica, intendo. Ciao.

Antonietta Bovo di Castelfranco Veneto (TV)

Le persone che come te hanno tratto giovamento dal Corso di Dinamica Mentale sono, oltre che i nostri migliori canali divulgativi, i motivi che ci spingono a continuare.
Ti ringrazio per le belle parole; vorrei però suggerirti di continuare costantemente gli esercizi… chiaramente senza farne indigestione. E ancora ricorda che i risultati da te ottenuti sono unicamente merito tuo.
Noi li abbiamo sì dato la bicicletta, ma sei tu che hai pedalato. Grazie ancora.

Dott. Maria Lovato di Vicenza

Perché?… io no??
Ma in un libretto che per fortuna vende ancora sulle bancarelle mi sembra di avere letto qualcosa su un certo seminatore. Sterpi, sassi, polvere, uccelli non hanno potuto impedire che il campo di grano desse un buon raccolto, Ciao.

Gabriella Pollana Trebaseleghe (PD)

Quando leggerai questa mia risposta sono certo che avrai già risolto (magari nel modo che ti suggerirò avanti) il problema.
Riguardo al fatto che non mi ricordi di te lo considero un insulto al Metodo di D.M. Al di là dello scherzo. Come va il pianoforte? e gli elaboratori? e le lenti a contatto e tuo marito Gianni?
Per il problema cui mi accenni abbiamo avuto risultati in casi simili. Senza farti nessuna promessa, come nostro uso, rivolgiti per l’iscrizione della persona che ti sta a cuore al dott. Franco Piva c/o il centro di Mestre.
Tieni però presente che, oltre a non guarire nessuno, noi non aiutiamo nessuno che non lo accetti o che si fermi alle apparenze (vedi tuo B.T.1 a Vicenza) Se tu stai bene io sto bene… Ciao

A tutti gli Allievi di Dinamica Mentale B e S

Ho apprezzato molto le 8 lettere di adesione all’idea del Congresso di rutti gli ex. I casi sono al solito due: o non sono stati spediti i giornali, o le P T. T. hanno sollecitamente provveduto a non recapitarli. Provate a passare la voce.
Chissà che così nel 2021 mi riesca di ricevere altre 17 adesioni. Diciassette e otto fanno venticinque; più quattro persone che non sanno dove andare e potremo mettere assieme una nuova armata Brancaleone modello 78.
Alla faccia della disponibilità e della voglia di aiutare qualcuno! O è l’essere figli di una Patria di poeti, eroi e letterati che vi frega? Manco per il cavolo che vi saluto.

Fanny Libralato di Trebalseleahe (PD)

Grazie della bella lettera e della professione di disponibilità totale. Ma “calma e gesso”; frena un momento e piedi per terra. Se l’entusiasmo ti porta troppo in alto, mettiti dei pesi o cementati.
Abbiamo bisogno dl buoni artigiani, non di “fedeli”. E poi i buoni artigiani si riconoscono dalla loro produzione. Ti voglio bene. Ciao.

Anna Fabian di Vicenza

Cara Anna, tu mi chiedi: “Ora si va anche al gabinetto in nome della Dinamica Mentale?”
E aggiungi: “Lei che ne pensa?”. Figurati che per evitare che “Mente Amica” venisse usata per quello, ho voluto che la stampa venisse effettuata su carta patinata.
Al di là dello scherzo io credo che tu abbia bisogno di molto aiuto. Ma nessuno di noi si permetterà di importelo se tu non desidererai veramente di accettarlo.
Riteniamo che la massima libertà di un individuo possa al limite essere considerata la sua scelta peggiore: quello di fare di se stesso il peggio che crede.
Ma nel tuo caso sarebbe veramente stupido visto il mucchio di ricchezza che, senza alcun merito, ti ritrovi in corpo.
Sono del parere (per quello che può valere) che tu non abbia il diritto di sprecarla, per un malinteso senso di sconforto che ti riduce alla rinuncia di quanto ti spetta per diritto di razza. Parlo di quella “umana”, si intende.
Ciao e grazie per avermi dato la possibilità di imparare qualcosa anche da te.

Alfia De Capitani di Beverate (CO)

Grazie, ecc. ecc. Ma anche per te vale il discorso della bottiglia: quindi “in primis… la persona che devi amare di più si chiama… Alfia. Ciao.

Enrico Gentili di Montegiorgio (VI)

Continua! Stai solo lavorando per un tizio che sta dentro la sua pelle 24 ore su 24 a Stretto contatto di gomito con un certo Enrico. Ciao. Ciao.

Carlo e Patrizia Spillare di Vicenza

Anch’io: però non sono gentilissimo e tanto meno signore. Avete già cominciato a litigare o non vi siete ancora resi conto di essere sposati?

Giuliana Previtali di Bergamo

Se avessi appena immaginato che tu mi facevi più giovane, avrei fatto di tutto per nascere dopo… Ciao.

Paolo Rota di Vicenza

Non solo ti scrivo, ma ti rispondo a caratteri blu. Non dire cretinate! Non è assolutamente vero che tu sia testa di…
Al massimo sei un coglione perché credi di non valere niente; questo “in primis”. In secondo luogo perché li hanno messo in testa che per fare qualcosa si debba essere dei mezzi geni. Anche a te dico: non avere vergogna di sentirti una persona “normale”. Se non ci fossero le persone normali, che motivo avrebbero di esistere gli specialisti? a chi porrebbero rompere? Fammi un favore pertanto: per otto ore al giorno vedi se ti riesce di sopportare un qualsiasi opprimente, castrante, dequalificante lavoro.
Quantomeno per conquistarti il diritto alle altre sedici ore di libertà.
E ora non rompermi con i discorsi sul sistema.
Se desideri veramente che cambi comincia a fare la tua piccola parte modificando praticamente te stesso.
E preoccupati un po’ meno degli altri fintanto che non sei in grado di smettere di preoccuparti per te. Tempora bona venient!
Sono sicuro che avrai apprezzato soprattutto le mie dotte interiezioni in cecoslovacco. Haug!

Eleonora Ferrarese di Favaro Veneto

Ti ringrazio per le manifestazioni di riconoscenza. Anche per te però vale il discorso: “Noi non guariamo nessuno”.
Vi insegniamo solo degli esercizi di Dinamica Mentale per il vostro sviluppo personale.
Se l’applicazione di tali esercizi vi reca qualche giovamento il merito solo ed esclusivamente vostro che avete avuto la pazienza e la voglia di farli.
Riguardo al tuo medico curante credo di capire il suo atteggiamento iniziale.
Ti do un esempio: ne
l 1972 io stesso ho frequentato il corso di Dinamica Mentale nella sua versione originale (dottrinale) solo per far vedere al relatore del corso quanto ne sapevo di biologia, di filosofia e, perché no, di teologia. È stata la più bella lezione che abbia mai ricevuto e ancor oggi ringrazio Alexander Everte di avermi permesso di avere quell’opportunità che mi ha poi portato, con l’aiuto di specialisti italiani, a organizzare alcune tecniche ormai provate, come corso di sviluppo personale fruibile dalla quasi totalità delle persone; perché quasi totalità?
Perché non lo può frequentare chi non apprezzi la meraviglia quotidiana della “possibilità ulteriore”.
Ma tant’è, la paura di perdere è talmente radicata nel genere umano che è facilissimo dimenticarsi o non conoscere quello che ebbe a dire Arago davanti all’Accademia delle Scienze: “Il dubbio è prova di modestia; ben di rado ha nuociuto al progresso delle Scienze. Non altrettanto potrei dire dell’incredulità. Colui che, esclusi i matematici puri, pronunci la parola impossibile, manca di prudenza”
Ti bacio.

Adriano Bertoldo di Vicenza

No! Con la fretta non si fa niente,l’unico rimedio contro la paura lo conosci… Un piccolo atto di coraggio.
Per l’altro problema, se decidi di infilarti l’ego dove sai, l’unica persona che ti può aiutare è quella che ti sta più vicina da qualche tempo. Ciao.

Ada Dalla Pozza di Vicenza

L ‘acqua della generosità sgorga da sola dalla bottiglia quando questa è piena. Non crucciarti quindi, ma continua a riempirla ricordandoti che sei la persona più importante che c’è al mondo per te stessa.
Gli altri… Beh! gli altri… sono come te. Sta
lì il piccolo problema. Con altrettanto affetto.

Rossana Agnolin di Vicenza

Si può avere una copia di questa tesi sui “buchi neri”… o no? 104/107 se non ti capita un perissodattilo in andropausa, in commissione. Ciao.

Crisitana Barbanti di Bergamo

Ti do tante di quelle legnate, la prima volta che ti vedo, se non esci dalla palta, che dopo tuo marito ti può usare come fondo tinta per un quadro sulla metempsicosi.
La tua lettera non è per niente sconclusionata ecc. ecc. Al massimo pecc
a un poco di raffinatezze letterarie… oppure sei… e allora sono veramente cavoli acidi… un po’ troppo dotata di materia grigia.
E di questi tempi per una donna può anche essere tragico. Viva l’eguaglianza dei sessi, Linus e la sua coperta piena di tutto. Ciao.

A tutti senza distinzione di…

Auguri di un Natale sorridente e di un 1978 coraggioso.

Ma. Bo.

Print Friendly, PDF & Email