Prima scelta

Per gli aspiranti istruttori

La meraviglia figlia dell’ignoranza nutre nel suo seno creature folli di paura; la meraviglia figlia della conoscenza, uomini, ogni giorno, grati di essere al mondo.

Quando la consapevole meraviglia dell’Armonia della Natura diventa norma di vita, maturano uomini sereni.

E nasce l’amore.
E con l’amore il costante riproporsi della vita, momento per momento, come atto di fede.
L’umile professione di questo principio genera quel coraggio che vince ogni paura.

È tanto semplice da sembrare facile.
Non lo è.
Esige autodisciplina, pazienza, concentrazione, supremo interesse, sincerità, rispetto e prevede l’accettazione del concetto di differenza possibile fra giustizia e amore.

Tutte cose che non possono essere comprate, rubate o barattate o iniziate da soli (normalmente). Esigono la presenza di una guida.

Di una persona che avendo superato il proprio narcisismo abbia conseguito quell’obiettività che gli permette di vedere “così come vuole che sia” al di sopra del proprio ancora possibile desiderio e timore.

Accennavo più sopra al concetto di differenza fra giustizia e amore.

Se teniamo come base l’egotismo etico, otterremo l’applicazione della legge del “ti do quanto tu mi dai”.

Se applichiamo il concetto del superamento dell’ego e di tutte le concezioni utilitaristiche, saremo solo o dei pazzi o dei martiri in una società come la nostra che controbilancia il misticismo con il nichilismo morale.

Perché non poniamo il concetto di giustizia al servizio di una comunità potenzialmente tendente al superamento dell’inconscio timore di amare in egual misura se stessa e gli altri?

Otterremmo un’etica dell’amore in armonia con la giustizia armonica che regola le leggi della natura.

Diversamente o si cade nell’invenzione di un Creatore che serve solo a rendere l’uomo più importante o nella costantemente rimossa paura di un Diavolo in alternativa, in ultima analisi, non tanto deprecata.

Io sono sicuro che, come ogni bambino normale può imparare a camminare, cosi ogni uomo normale può imparare a professare umilmente il suo atto di amore per la vita; purché lo desideri veramente e, essendoselo posto come meta, sia disposto a pagarne il prezzo.

Tutto il resto seguirà come logica conseguenza di questa fondamentale libera scelta

Nonostante tutto e nonostante noi.

Print Friendly, PDF & Email