La mongolfiera

Storia e pannello elaborati dagli allievi del Corso di Creatività per adulti.

Padova, novembre 1994

mente amica mongolfiera

C’era una volta un gruppo di 14 bambini che si sentivano meravigliosi.

Giocavano insieme e si volevano bene. Un giorno, uno di loro disse: “Siamo meravigliosi, peccato che non ci sia concesso di volare come i gabbiani, le rondini, le aquile. Sarebbe fantastico”.

Sognavano di librarsi nel cielo, ma pensavano di non poterlo fare. Ad un tratto, uno di loro disse: “Se siamo meravigliosi, possiamo fare meraviglie e quindi possiamo anche trovare il modo per volare”.

Si abbracciarono, felici di aver raggiunto la consapevolezza di poter ottenere ciò che desideravano: e pensarono di costruire una mongolfiera.. Fecero un elenco dettagliato e partirono alla ricerca di tutto il materiale necessario.

In tre giorni, la mongolfiera era pronta. Erano emozionati, perché tra poco avrebbero volato. Uno alla volta, piano piano, salirono nel cesto. Il più piccolino, però, non riusciva a salire, ma gli altri non volevano lasciarlo a terra, e lo aiutarono gridando: “Vieni anche tu, perché sei meraviglioso, e senza te non possiamo volare”.

Appena furono tutti a bordo, la mongolfiera si alzò. I bimbi si affacciarono colmi di stupore. Il prato si faceva sempre più piccolo, il cielo più vicino.

“Com’è bella la terra dall’alto” gridò il più piccino. “Guardate, quello è il mare” esclamò un altro bimbo. E tutti gridavano la loro felicità perché finalmente stavano salendo, sempre più in alto.

Gli uccelli del cielo e i gabbiani del mare andarono loro incontro per festeggiarli. E giravano attorno alla mongolfiera, formando un cerchio bianco-rosato nel cielo. Le nuvole erano vicine, e i bimbi, allungando le mani, le toccavano e ne prendevano dei pezzetti da mettere in tasca per portarli in dono alle persone amate.

Print Friendly, PDF & Email