Vuoi diventare un vero leader?

Datti da fare per togliere i blocchi che ostacolano la tua ledership

Tendi ad essere un procrastinatore? Di quelli che dicono: “farò, farò, farò?…” Ricordo un detto di mia madre: “poi, vuol dire mai”. Deciditi di far solo le cose che puoi fare, e poi però falle subito.

Vuoi piacere a tutti ad ogni costo? Se ti vuoi bene e piaci a te stesso, va tranquillo. Non sei il centro del mondo e non è proprio necessario che tu abbia l’ammirazione di tutti.

Detesti rischiare? Renditi conto che il mondo cambia vertiginosamente. Bisogna imparare a cambiare in fretta e a rischiare. Altrimenti si resta chiusi dentro la gabbia.

Nel caso tu sia tra quelli che dicono: “se lascio la strada vecchia per la nuova, so quel che lascio e non so quello che trovo”, ricorda che questo è in genere il detto di chi è povero spiritualmente. Non aver timore di prendere altre vie. Vivi il nuovo con curiosità e con interesse. Scopri la gioia del cambiamento.

Se gli altri hanno sempre deciso per te, e non ti hanno consentito di esprimere i tuoi desideri, fare le tue scelte e dire anche i tuoi “no”, se pur sarà faticoso, datti ora da fare per riac­quistare la tua capacità decisionale. Se sei portato a criticare e solo a criticare malevolmente gli altri, può essere che tu abbia bisogno di abbassarli per innalzare te stesso. Renditi conto in tal caso che stai usando un ben miserevole mezzo per illuderti di valere. Decidi che è ora di smetterla.

Se non hai dei chiari obiettivi, dove pensi di andare? Se non hai di te una salda, sicura e forte autoimmagine, è ovvio che il rap­porto con gli altri sia difficile e che tu ti senta bloccato. E’ urgente che tu faccia un lavoro su di te al fine di rinforzare la tua autoimmagine.

La Somatopsichica dà tecniche molto utili al riguardo. Se non riesci da solo, fatti aiutare da una persona esperta in materia. Ricorda che se sei convinto di non meritare amore, non avrai amore, così come se chiedi timidamente, insegni a negare. Se quando eri piccolo dovevi fare le cose bene per esser degno di amore, continui ad aver bisogno di essere perfetto, e ciò molto spesso può irritare chi ti sta accanto.

Consentiti qualche volta di sba­gliare.

Se credi di essere stato cattivo, o ti hanno fatto credere che sei stato un bambino cattivo, e continui a faticare per dimostrare che non lo sei, tieni presente sempre e solo tutto ciò che di buono hai fatto nella vita e renditi conto che tu sei una creatura meravigliosa e degna di grande amore.

Se non ti è stata data la possibilità di sviluppare la tua creatività e ti senti incapace di apertura mentale, frequenta subito dei corsi di creatività e ti renderai conto delle tue grandi capacità creative.
Se sei una persona chiusa , incapace di cambiamento e priva di elasticità mentale, e non vuoi restare nelle tue posizioni di durezza, di risentimento, di rabbia, d’incapacità di perdonare, decidi subito di cambiare. Ti aiuterà un corso di Creatività, Sogni e Psicodramma. Se soffri di complessi di inferiorità e temi il giudizio degli altri, lavora per il rinforzo dell’autostima. Utilissimi sono ancora i corsi di Dinamica Mentale e di Creatività.

Se sei propenso a vedere il negativo e non il positivo, il fallimento anziché il successo, il bicchiere mezzo vuoto anziché mezzo pieno, se hai paura sempre di perdere, cambia atteggiamento. Se sei stato troppo protetto, se ogni volta che sei caduto ti hanno aiutato altri a rialzarti trasmetten­doti così “ti aiuto io perchè te non ce la fai”, e di conseguenza sei con­vinto di non farcela, ricorda che abbiamo dentro di noi una forza infinita che può aiutarci a supera­re tutte le difficoltà della nostra vita.

Se sei ossessionato della paura della morte, sappi che solo chi ha vissu­to pienamente muore in serenità, consapevole che la morte là parte della vita. Vivi allora in pienezza e quando sarà il momento cambierai dimensione in totale serenità.

Se continui ad essere un inguaribi­le pessimista e ti senti incapace d’immaginare che i tuoi progetti possano realizzarsi, fa tutto il pos­sibile per cambiare atteggiamento. Nei miei libri “Energia Mentale e Pensiero Positivo” e in “Dai che ce la fai” ed. Demetra, dò molte indi­cazioni al riguardo. Se quando eri piccolo sei stato pic­chiato e tu oggi senti di più il dolo­re fìsico perchè nella tua mente è collegato all’umiliazione, coccola il bambino che è in te, parlagli, digli che gli vuoi bene, che lo accetti così cornò, tienilo fra le tue braccia e consolalo.

Perchè, ricorda, il bambi­no che è in noi continua a vivere, e urla che ha bisogno di fiducia e di vero e profondo amore. Ora continua a lavorare su di te, per far sì che questa piccola pianta diventi un baobab pieno di forza, trasmettitore di energia e di pace.

Print Friendly, PDF & Email