L’Accademia Europea CRS-IDEA nel Mezzogiorno d’Italia

«Sono stati compiuti i primi passi per una collaborazione sempre più costruttiva». Con queste parole Paola Ferraro, vice presidente di Accademia Europea CRS-IDEA, comunica l’inserimento ufficiale dei riferimenti territoriali nel Mezzogiorno d’Italia nell’organizzazione nazionale dell’ente.

Questo è un atto importantissimo, il primo passo per determinare una migliore organizzazione dell’Accademia Europea CRS IDEA sull’intero territorio nazionale per una più capillare distribuzione di Dinamica Mentale e dei propri programmi socio-educativi di miglioramento della salute e della qualità della vita in Italia.

Questa collaborazione viene da lontano, e oggi vede la luce grazie alla recente approvazione del nuovo statuto dell’Accademia che è approvato con decreto del Presidente della Repubblica, il quale all’art. 1 recita testualmente:

È costituita l’Associazione denominata Accademia Europea – Centro Ricerche e Studi – Istituto di Dinamica Educativa Alternativa” (più brevemente “Accademia Europea C.R.S. I.D.E.A.”) con sede legale in Curno (BG) in Via Bergamo n. 25 e sedi operative di ricerche e studi a Vicenza e Santeramo (BA).

In questa sinergia d’intenti è coinvolta ufficialmente EDEN onlus, un’associazione fondata nel 2000 che da sempre ha rappresentato un punto di riferimento importantissimo per l’Accademia Europea. 

Basti ricordare l’organizzazione del meeting internazionale curato da EDEN e tenuto già nel 2001 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il quale simposio titolò la Somatopsichica “Programma di alta formazione in scienze umane e sociali”.

A questa conferenza parteciparono tra i relatori, l’allora preside del Dipartimento di Scienze dell’Educazione della menzionata università, prof. Vitantonio Baldassarre, i compianti prof. Sabino Samele Acquaviva nostro direttore scientifico, e la carissima e conosciutissima Carmen Meo Fiorot, oltre all’allora vice presidente della provincia di Taranto Martino Tamburrano e il sottoscritto. 

L’evento ottenne il patrocinio di enti importantissimi tra i quali l’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia, l’Unione delle Province Italiane, l’Ufficio dell’Italia del Parlamento Europeo, e fu persino approvato, negli scopi e nei contenuti, dall’UNESCO.

Il convegno fu fortemente voluto da un medico prestato alla politica, a quel tempo consigliere della Provincia di Taranto e responsabile del servizio di pronto soccorso dell’ospedale di Castellaneta (TA), il dott. Annibale Cassano.

Negli anni, questa collaborazione con EDEN, anche se attuata sempre in silenzio, non si è mai interrotta, continuando invece a rinforzarsi. Oggi diventa pubblica grazie al nuovo statuto ed alla successiva deliberazione assunta dal nuovo direttivo presieduto da Luciano Seganfreddo, il quale ha ufficialmente affidato ad EDEN il coordinamento delle azioni dell’Accademia Europea nel Mezzogiorno d’Italia.

Certamente questa nuova organizzazione territoriale renderà più snella ed efficace la mission culturale dell’Accademia che, all’alba dei suoi cinquant’anni, per l’attualità dei suoi scopi e delle sue azioni, sembra appena fondata. Essa vuole far conoscere capillarmente in Italia la propria azione socio-educativa, finalizzata alla diffusione di tecniche meditative utili ad ottenere il miglioramento della salute, delle relazioni e della qualità della vita e dei principi umanocentrici contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. 

Ad oggi, le attestazioni di stima sull’operato dell’Accademia Europea CRS IDEA sono migliaia, a partire da quella riportata in una relazione del Centro Nazionale delle Ricerche, il quale, a proposito delle iniziative formative attuate dall’Accademia, ha affermato: 

“I corsi tenuti riempiono spazi nuovi e addirittura vuoti (Dinamica Mentale Base, allenamento della memoria, psicologia della scrittura, comunicazione verbale e non verbale, prevenzione e liberazione dalle dipendenze, corsi per adolescenti e per la terza età, per i carcerati, per diversamente abili, ecc.) spazi non curati affatto o non curati a sufficienza dalle Istituzioni Pubbliche. Dunque l’Accademia non interferisce nel lavoro delle Istituzioni, anzi sono esse a richiederne l’appoggio.”.

A questo importante riconoscimento, segue una lunga serie di testimonianze di cittadini di ogni età e professione, articoli di giornale, comunicazioni ufficiali di enti pubblici e privati, università e scuole di ogni genere, centri culturali e formativi, ASL, ospedali, società sportive, aziende di ogni tipo, organizzazioni no profit, e numerosissime altre.

Oggi il nuovo direttivo desidera mettere questo grandissimo patrimonio di contenuti e il know how acquisito in circa cinquant’anni a disposizione del grande pubblico e di quanti vorranno conoscerlo, approfondirlo, studiarlo e magari portarlo nelle loro realtà, di qualunque tipo esse siano, per essere applicato praticamente per migliorare le risorse umane. 

Per questo nasce formalmente questa preziosa collaborazione tra nord e sud. Tutti i soci sono chiamati, se lo desiderano, a darvi il proprio contributo collaborativo perchè l’iniziativa diventi sempre più efficiente ed efficace.  

Infatti, mai come ora c’è bisogno della Dinamica Mentale e dei programmi socio-educativi attuati dall’Accademia Europea per migliorare la qualità della vita delle persone. 

La pubblicazione online di Mente Amica, organo ufficiale di stampa dell’Accademia Europea ha lo scopo di far conoscere l’Accademia Europea ed il suo programma formativo, per tradizione aconfessionale e apolitico, al grande pubblico del web.

Mente amica, i cui uffici redazionali hanno sede nel Mezzogiorno d’Italia, presso EDEN, molto volentieri ospiterà le testimonianze e accoglierà le proposte di collaborazione provenienti da chi ha conosciuto i benefici della Dinamica Mentale e delle altre iniziative culturali attuate dall’Accademia Europea.

Print Friendly, PDF & Email