Comprendere come funziona la mente per avere pensieri più utili e costruttivi

Comprendere come funziona la nostra mente è fondamentale per migliorare la nostra quotidianità perché ci indica cosa fare e cosa cercare di evitare per avere pensieri più utili e costruttivi.

Questo dialogo con noi stessi svela le abitudini, paure e convinzioni che limitano la nostra evoluzione. Riconoscere questi meccanismi involontari ci aiuta ad aprire la nostra mente, ampliare i nostri orizzonti interiori, migliorare concretamente le nostre relazioni e la realtà di tutti i giorni.

I percorsi di sviluppo personale secondo il metodo di Dinamica Mentale seguono proprio questa direzione: lavorando su sé stessi e con gli altri, si comprendono alcune strategie utili a realizzarci personalmente, professionalmente e socialmente. 

Le leggi della mente

La nostra mente funziona seguendo alcune leggi alle quali, per quanto possiamo sforzarci, non riusciamo a sottrarci.

1. Lavora prevalentemente per immagini e percezioni 

Le immagini e le percezioni attraverso i sensi sono i mezzi che ci consentono di comunicare con la parte più vera e profonda di noi stessi, attraverso simboli e associazioni. 

Quindi, per parlare alla nostra mente, dobbiamo usare delle immagini concrete.

2. Non distingue una situazione reale da una vivamente immaginata

Infatti, il sogno non è reale ma il corpo vi reagisce come se fosse vero, provocando reazioni fisiche come sudorazione, tachicardia, agitazione ecc. 

Questa peculiarità permette una rielaborazione del passato e una programmazione vincente nel presente e nel futuro.

3. Agisce su un pensiero alla volta

Anche se apparentemente la nostra mente sembra affollata da una miriade di pensieri simultanei, in realtà possiamo fermarci ad esaminarne uno alla volta.

Come quando blocchiamo un film su una singola scena, per rivederla con più attenzione, possiamo fermare la nostra mente su un pensiero o un progetto per volta e metterlo bene a fuoco.

In questo modo è più semplice comprenderlo e trovare la giusta soluzione per noi.

4. È un servo fedele

La nostra mente obbedisce ciecamente agli ordini (consapevoli o inconsapevoli) che riceve, senza valutare se i risultati che ne possono derivare sono vantaggiosi o dannosi.

Per esempio, quando una persona afferma “Non troverò mai il lavoro che vorrei”, il suo programma mentale s’impegnerà a darle ragione, realizzando la sua “profezia” interiore. 

Ecco perché è importante rendersi conto dell’atteggiamento mentale con cui si affronta la vita, e modificarlo in positivo. 

Come decondizionarsi e liberare la mente

Il metodo di Dinamica Mentale offre alcuni semplici strumenti di immediata applicazione per iniziare a liberarci di questi condizionamenti.

1. Respirare consapevolmente

L’ascolto cosciente del ritmo naturale del nostro respiro infonde tranquillità, riempie d’energia, favorisce un approccio più positivo ed equilibrato in ogni ambito della propria vita. 

2. Rilassare il corpo

Sul nostro corpo si riversano e si accumulano tutte le esperienze, i traumi, lo stress. 

Possiamo cominciare a liberarcene con la prima tecnica di rilassamento del metodo di Dinamica Mentale, che dura circa 15/30 minuti. 

È un esercizio molto semplice, durante il quale il ritmo della nostra attività cerebrale diventa simile a quello del dormiveglia, della meditazione e della concentrazione creativa. Quando siamo rilassati in questo modo, produciamo endorfine, che generano buon umore e piacere.

3. Vivere il presente, qui e ora

Vivere il presente significa fare una cosa alla volta, consapevolmente. 

Per esempio, se stiamo lavando i piatti, pensiamo solo ai gesti che stiamo facendo, con accuratezza e concentrazione. 

Invece, troppo spesso viviamo proiettati nel passato, bloccati da antichi traumi o preoccupati da ciò che può succedere nel futuro. Questo atteggiamento ci impedisce di vivere pienamente, perché per la nostra mente esiste un solo tempo: il presente. 

4. Sospendere il giudizio su sé stessi

Molto spesso, lasciamo che il nostro giudice interiore ci torturi più di quanto abbiano fatto i nostri genitori o gli educatori durante la nostra crescita. È un atteggiamento doloroso e inutile.

Occorre che impariamo ad accettare i nostri errori, ma senza identificarci con essi. 

Infatti, se affermo “Io sono sbagliato”, mi nego ogni possibilità di riuscita, condannandomi a ripetere l’errore. Se invece dico a me stesso “Io ho sbagliato”, mi sto creando l’opportunità di fare meglio la prossima volta.

Il secondo passo è osservare come in un film, in maniera distaccata e senza giudizio, la situazione che riteniamo ci stia danneggiando; quindi sostituiamo quella immagine con una in cui affrontiamo lo stesso contesto in modo diverso, più soddisfacente, vincente

5. Diventare consapevoli del proprio atteggiamento mentale

Quante volte esprimiamo dubbi e scarsa autostima nei nostri confronti? 

Iniziamo allora a trasformare ogni affermazione negativa in positiva. 

In questo modo si radicherà sempre più l’atteggiamento mentale positivo, strumento indispensabile per concretizzare i nostri sogni e affrontare più serenamente le prove della vita.

6. Andare incontro al cambiamento

Le abitudini, quel mondo in cui tutto appare scontato e immodificabile, creano sicurezza ma a volte impigriscono la nostra mente.

Invece, così come ogni giorno è differente da quello precedente, noi stessi siamo in continua evoluzione. Per questo è importante scoprire la bellezza del cambiamento. 

Un modo semplice e piacevole per addestrarsi al mutamento è fare ogni giorno una piccola cosa nuova: assaggiare un piatto insolito, cambiare strada per recarsi al lavoro, ascoltare un genere musicale diverso, incontrare persone con differenti esperienze  e così via. 

7. Fidarsi delle proprie intuizioni

Il nostro io soggettivo (interiore) conosce meglio di qualunque altro ciò che può essere giusto e utile per noi. 

Quando ci liberiamo da paure, condizionamenti e atteggiamenti mentali auto-limitanti, ci regala delle intuizioni fantastiche che danno una nuova forma ai nostri pensieri e quindi alla nostra vita.

Accogliamole con fiducia, rimanendo pronti a metterci in discussione se i risultati delle nostre scelte fossero diversi dalle nostre aspettative.

La strada per il benessere totale

Il corpo e la mente dell’uomo sono strettamente correlati in un’unità psicosomatica. 

Per questo l’uso quotidiano delle tecniche di Dinamica Mentale crea armonia, rigenera ogni aspetto del nostro essere, contribuisce a stimolare gli innati meccanismi di auto-guarigione. 

Nel proprio silenzio interiore, ognuno può sentire quali sono le scelte giuste per la propria autorealizzazione, per la propria evoluzione, per il benessere totale a livello fisico, emozionale, mentale e spirituale

Lungo questa strada niente è più scontato, i sensi si espandono, la bellezza, nei suoi molteplici aspetti, nutre nuovamente l’anima e tutto diventa possibile. 

Allora ogni cosa diventa elastica, aperta al cambiamento. Ci accorgiamo che ciò che credevamo essere la verità è solo un punto di vista personale, valido per noi e non necessariamente per gli altri. 

Comprendiamo che le altre persone non sono nemiche, ma esseri umani che cercano la propria verità, che soffrono e gioiscono come noi e ci fanno da specchio, aiutandoci a comprendere anche le nostre ombre. 

Alla luce di queste considerazioni, la rabbia, la competizione e tutti i sentimenti che ci avvelenano si sciolgono nella comprensione, nell’accettazione, nell’amore incondizionato. 

Ognuno di noi può scegliere qui ed ora di mantenere libera la propria mente, di realizzarsi, di programmarsi per una buona salute, di contribuire a creare un mondo migliore, pieno di rispetto e armonia.

La gioia è già dentro di noi, bisogna solo lasciarla emergere!